Marketing.Innova 2009 – Confindustria Udine

0
31

A PALAZZO TORRIANI
LA QUARTA EDIZIONE DI MARKETING.INNOVA
“Il marketing che si innova e si rapporta con gli scenari dell’economia globalizzata può costituire un utile contributo al processo di rinnovamento in cui è impegnata con coraggio e fiducia tutta l’industria friulana”.

E’ quanto ha dichiarato Adriano Luci, presidente di Confindustria Udine, intervenendo questo pomeriggio a palazzo Torriani alla quarta edizione di Marketing.Innova, l’iniziativa promossa dalla Sezione Marketing e Comunicazione del Gruppo Terziario Avanzato di Confindustria Udine e organizzata dall’Associazione Italiana Marketing AISM e dall’Associazione Italiana Pubblicitari Professionisti TP.

Dal canto loro, i coordinatori dell’incontro Giuseppe Carlini, consigliere nazionale AISM, nonché senior partner M.C. Management Consulting, e Tiziana Pittia, vice presidente Giunta TP ed amministratore Espressione, hanno ricordato come quello di Marketing.Innova è un percorso da loro avviato quattro anni or sono nell’ambito di InnovAction, “ma che, poi, a differenza della Fiera programmata ora ogni biennio, ha mantenuto una cadenza annuale essendo diventato per gli addetti ai lavori un appuntamento di riferimento nazionale per conoscere lo stato dell’arte del marketing strategico e operativo. Quest’anno, poi, Marketing.Innova assume una valenza del tutto particolare in quanto – aggiungono Carlini e Pittia – fornisce strumenti utili di marketing in una fase di passaggio tra l’impatto della crisi e la gestione della stessa”.
Il convegno si è articolato in numerosi interventi e contributi.
Dopo i saluti di Corrado De Cecco, delegato regionale AISM–FVG, e Francesco Granbassi, coordinatore regionale TP–FVG, l’incontro ha approfondito il tema delle ricerche di mercato e degli strumenti di monitoraggio e di ascolto con le relazioni di Ferdinando Aldè, DG Media Consultant; di Cesare Sacerdoti, titolare Crescendo e Membro Comitato Associati AISM, e, in video, di Franco Giacomazzi, presidente AISM e professore di marketing industriale al Politecnico di Milano.
A seguire due testimonianze di aziende di successo: Alessandro Calligaris per la Calligaris spa di Manzano e Stefano Petris per la Wolf Sauris Prosciuttificio spa di Sauris. Calligaris ha sintetizzato le strategie future dell’azienda, tra cui la volontà di sostenere il posizionamento del brand attraverso tre fattori: l’internazionalizzazione, la politica di marchio e il nuovo approccio verso il consumatore e l’orientamento strategico al retail. Petris ha invece puntato l’attenzione sull’effetto vincente della valorizzazione del territorio e delle tradizioni in abbinata al prodotto. “Ma il nostro rapporto – ha aggiunto – si fonda anche e soprattutto sul rapporto di correttezza e trasparenza con il consumatore”.

Nel segmento denominato “Il carpe diem marketing” hanno poi preso la parola Edi Snaidero, presidente di Snaidero group, che si è soffermato sul progetto Orange, e Giovanni Cadamuro, ad di Publimarket 2, che ha analizzato la campagna pubblicitaria a sostegno del brand Gore-Tex®. “Abbiamo ripensato al nostro prodotto – ha spiegato Snaidero – tenendo a riferimento l’essenzialità e le economie di scala che richiedono il momento. Il nostro è un progetto innovativo, di qualità, che ha richiesto pure un nuovo modo di comunicare attraverso un nuovo sito ad hoc e un catalogo sotto forma di rivista”. Cadamuro si è invece addentrato ad illustrare le nuove frontiere dell’ambient marketing, “un filone – ha spiegato – che è inserito all’interno del marketing non convenzionale. E’ una tecnica che consiste nel sorprendere e raggiungere le persone al di fuori dei comuni canali di vendita, ovvero in luoghi dove meno se lo aspettano”.
L’argomento di chiusura ha riguardato infine la comunicazione e la pubblicità in regime di crisi economica e sociale con l’intervento di Pasquale Diaferia, creative chairman Special Team e Special Team USA. “La creatività è la risposta”.