Futuroom. Dopo l’introspezione INside, scopriamo le tendenze OUTside: Tribù, Teatralità, Intergenerazionalità

0
202

ItaliaCamp ha ospitato la presentazione del secondo episodio dello Scenario23 elaborato da TEA Trends, il laboratorio di ricerche predittive InContatto. L’evento si è svolto presso il Milano LUISS Hub, spazio di connessione e innovazione.

Navigare il futuro con un approccio prospettico può essere utile per tutte le funzioni organizzative aziendali, dalla comunicazione, al marketing di prodotto, dalla formazione, allo sviluppo di talenti. È questo l’obiettivo degli Scenari InContatto elaborati da TEA Trends: far emergere linee strategiche e possibili percorsi evolutivi che manager e imprenditori possono adottare nella propria azienda per farla stare al passo con i tempi.

Durante la presentazione del secondo episodio di Futuroom, lo Scenario23 che illustra le tendenze del prossimo anno, la riflessione si è concentrata sulla prospettiva OUTside che integra i tre principali trend al nostro rapporto con gli altri: Relazione/Tribù, Appartenenza/Teatralità, Giovani/Intergenerazionalità.

Insieme a Domenico Fucigna, Trend Expert e Responsabile della ricerca InContatto, sono intervenuti diversi relatori: Giuliano Caggiano (Coach e Partner InContatto), Alessandra Della Pelle (Trainer e Partner InContatto), Maria Rosaria Pagliaroli (Trainer e Coach InContatto), Fabrizio Sammarco (AD Italiacamp), Roberto Mancinelli (Head of Talent Development and Sustainability Manpowergroup), Arno Bordato (Responsabile Commerciale Arca Vita e Arca Assicurazioni) e Alessandra Tagliaferri (Training Manager Menarini Consumer Healthcare). Tutti si sono confrontati sugli emergenti temi di OUTside.

Nelle relazioni si sta assistendo all’accelerazione del processo di formazione di piccole comunità elettive, fortemente connotate sul piano valoriale e anche estetico, chiuse e spesso ostili al confronto con altre comunità analoghe. Si inizia, così, a evidenziare una sorta di tribalizzazione della struttura sociale, anche come possibile ammortizzatore di eventuali nuovi shock economici e sociali.

Nella new normality riemerge il bisogno di raccontarsi, esibirsi, atteggiarsi e recitare la propria appartenenza al gruppo degli happy few, come un tempo. Si fa strada il desiderio di rinverdire il futuro di una volta, consumistico e autogratificante, e di fuggire le sfide imposte dalla transizione green e dalla digitalizzazione, che infatti quasi non si vede, se non ancora in forma di rassicurante fantascienza.

L’ageism, una forma di discriminazione verso le persone di età maggiore, è anche una delle forme più clamorose di quella economia dello scarto nella quale si intravede la vera natura del sistema economico occidentale. È necessario un nuovo patto tra le generazioni, un cambiamento di mentalità fondamentale per realizzare una società sostenibile, equa e inclusiva, come recita il mantra dell’agenda politica globale degli ultimi anni.

Nel precedente episodio dedicato a INside sono stati esplorati temi molto intimi, relativi alla spiritualità, connessi a tre tendenze: Ordine, Sacrificio e Menzogna.  L’OUTside, invece, ha riguardato tutto quello che va oltre l’individuo e che abbraccia il suo modo di stare in relazione con gli altri e con il mondo, evidenziando ulteriori tre tendenze per il 2023:
Tribù, Teatralità, Intergenerazioni.

Cosa ci riserverà il prossimo episodio dedicato alle tendenze OVERside?

È possibile rivedere gli eventi INside e OUTside, collegandosi a questo link https://scenario23.incontatto.it/home

Maggiori informazioni:
⇒ InContatto 
⇒ Futuroom