MeetInnovation L’Open Innovation per Creativi e Ricercatori.

0
53

di Pasquale Popolizio

L’Open Innovation è un termine promosso da Henry Chesbrough, professore e direttore esecutivo del “Center for Open Innovation at Berkeley”. L’idea centrale di questo concetto è che, in un mondo come quello attuale dove la conoscenza viene largamente diffusa e distribuita, le aziende non possono pensare di basarsi solo sui propri centri ricerca e risorse umane interni, ma dovrebbero invece comprare o concedere in licenza le innovazioni (per esempio con i brevetti) attraverso scambi con le altre aziende. Inoltre, le invenzioni sviluppate internamente ma non utilizzate nel proprio business dovrebbero essere date all’esterno (attraverso contratti di licenza, joint venture, spin-off). Un modello, dunque, che ha trovato alcune grandi aziende assai sensibili nella promozione dell’Open Innovation – come Procter & Gamble, InnoCentive, Spigit, IBM – ma che sta interessando ed investendo, operativamente, un numero crescente di Piccole e MedieImprese, anche in Italia. Sono presenti sul mercato modelli e servizi di Open Innovation orientati al delivery di soluzioni o progetti, destinati a garantire il ritorno economico di questo approccio.

Negli ultimi anni vi è stato un significativo sviluppo della tecnologia e della società che ha facilitato moltissimo la diffusione delle informazioni, grazie, in particolare, ai sistemi di comunicazione ed internet. In questo contesto il modello di Open Innovation suggerisce che, nel momento in cui le aziende non possono bloccare questi flussi di informazioni devono capire come utilizzare tutto questo a loro vantaggio. Uno degli approcci più diffusi di Open Innovation si propone come strumento di dialogo e condivisione, un network di innovazione tecnologica che coinvolge il cliente finale nella messa a punto di servizi e prodotti rivolti a privati ed aziende prima della loro introduzione sul mercato. Una delle modalità a maggiore diffusione della Open Innovation nel mondo e in Italia riguarda proprio la possibilità di ricercare, tramite il web, i migliori solutori possibili delle diverse problematiche di innovazione, facendoli entrare in contatto con il committente che si impegna a remunerare con un premio adeguato il migliore solutore.

 

 

Coordinatore Dipartimento Marketing Digitale