L’open innovation come occasione di crescita e di incontro per i talenti del Mezzogiorno

0
259

La raccolta degli atti del convegno “L’open innovation come occasione di crescita e di incontro per i talenti del Mezzogiorno” rappresenta un’interessante occasione di riflessione e approfondimento sul tema dell’innovazione diffusa, che, configurandosi come un elemento catalizzatore, assume un ruolo di particolare rilevanza per le regioni meridionali.

di Raffaele Crispino, consigliere AISM

Il volume, infatti, mettendo in evidenza gli elementi caratterizzanti la logica di partecipazione alle soluzioni dei problemi dal basso e il migliore utilizzo dello strumento dell’open innovation, reinterpreta le potenzialità del Sud, sottolineando come esso possa essere in grado di volgere alcuni dei suoi più consolidati vincoli in inaspettate opportunità per il suo futuro.

In particolare, la vasta disponibilità di elevate professionalità tecniche e creative, soprattutto giovani, può e deve essere valorizzata da un sistema di collaborazione aperta in rete, contrastando l’emorragia di talenti, che impoverisce l’area meridionale di uno dei suoi maggiori asset. Ma anche la struttura economica del Mezzogiorno, in quanto tale, può trarre vantaggio dalla sua frammentazione e dalla dimensione ridotta di gran parte delle sue imprese.

Non si tratta di riscoprire l’infelice teoria del “piccolo è bello” o di annullare le responsabilità di una logica di sviluppo a livello meramente locale, che hanno condannato il Sud ad un divario sempre più accentuato spetto al resto del Paese e alle aree più dinamiche d’Europa. Quanto, invece, grazie a un potente sistema di aggregazione, di offrire alle imprese, anche quelle più piccole, la possibilità di usufruire di una nuova e conveniente – se non gratuita, in base ai principi della freeconomics – dotazione di servizi e di conoscenza, oltre che di cominciare a “fare sistema”, uscendo dalla condizione di isolamento.

Un nuovo modello, dunque, che supera la visione della produzione del valore solamente all’interno dei confini aziendali, per aprirsi alla relazione con l’esterno, con imprese e singoli soggetti, i quali contribuiscono alla ridefinizione dei saperi applicati e permettono la ridefinizione degli elementi di vantaggio competitivo.

Una lettura che apre alla rivoluzione culturale dell’open innovation e che aiuta a interpretare le opportunità per chi riesce a cogliere appieno la nuova filosofia dell’innovazione.

Il volume è acquistabile al seguente link http://212.239.36.9/frmSchedaProdotto.aspx?id=LBR000767&Vet=LBR&Cpag=0&Cat=