Il Premio Tagliacarne

E’ il più importante riconoscimento italiano a Persone e ad Organizzazioni che si sono particolarmente distinte nello sviluppo, nella diffusione e nella applicazione della Cultura e delle Tecniche di Marketing.

Il Marketing come cultura d’impresa promuove processi di innovazione selettiva dei mercati, dà più evidenza ai clienti e alla soddisfazione delle loro esigenze, valorizza i progressi tecnologici favorendone lo sviluppo economico dei Paesi.

Espandendosi al no profit, studiando i comportamenti socialmente utili il Marketing accelera la diffusione di modelli di consumo più sostenibili e contribuisce alla costruzione di soluzioni innovative che rispondano meglio agli interessi dei cittadini, delle imprese e della collettività nel suo complesso.

La nascita del Premio Tagliacarne ebbe luogo nel 1977 durante il Convegno di Milano dove il Professor Guglielmo Tagliacarne fu invitato a tenere la relazione di chiusura del Convegno stesso.
L’Associazione Italiana per gli Studi di Marketing consegnò un regolo d’argento al grande uomo moderno, libero da conformismi, precursore e studioso fin dal 1922 degli strumenti che segnarono l’evoluzione del pensiero e della vita dell’individuo nella Società dei Consumi.

Nell’anno 1985 venne assegnato il primo Premio Tagliacarne che gratificherà Personaggi ed Enti di altissimo livello che abbiano svolto un ruolo significativo nella diffusione ed applicazione del Marketing in Italia.

Da qui il significato dei successivi Premi Tagliacarne che si avviano ad una sempre maggiore attenzione alla cultura internazionale.

I Premi Tagliacarne

 

2012 – Chiesi Farmaceutici

Il Premio Tagliacarne 2012 all’Impresa viene assegnato a Chiesi Farmaceutici “Il coraggio di credere nel futuro”.
Una famiglia della provincia italiana (Parma), che ha saputo andare oltre i confini del fondatore, dell’Italia e della crisi.
Nel momento più delicato per il mercato farmaceutico nazionale e internazionale, i fratelli Chiesi hanno investito oltre 90 milioni di euro nel futuro, nella costruzione di un nuovo grande centro ricerche della società.
Il Marketing praticato da Chiesi negli anni ha saputo adattarsi alle diverse situazioni del mercato mantenendo sempre un equilibrio di rara coerenza ed efficacia, riuscendo a sfruttare il momento contingente senza dimenticare di salvaguardare il passato e senza rinunciare a costruire il futuro.

Durante gli anni ha saputo mantenere un buon equilibrio nell’offerta dei farmaci formando un listino di prodotti di ricerca propria e in licenza, mentre dal punto di vista commerciale, Chiesi ha saputo gestire un mix di prodotti di grande diffusione, farmaci per ambiti specialistici e farmaci salva vita.

Chiesi si è proposta da tempo come protagonista nel mercato internazionale ed attualmente oltre il 70% dell’intero fatturato Corporate deriva dalle filiali estere.
Da menzionare la leadership mondiale nei prodotti salvavita per neonati immaturi.

[divider] [/divider]

2011 – Francesco Aletti Montano

Il Premio Tagliacarne 2011 alla Persona viene assegnato a Francesco Aletti Montano per aver sapientemente recuperato un ampio territorio della Provincia di Varese, il Borgo di Mustonate, realizzando un innovativo progetto turistico di qualità fondato su un’offerta integrata di residenza, sport equestri, cultura e recupero dei sapori locali.

Francesco Aletti Montano ha infatti saputo coniugare la tradizione del luogo con il rispetto dell’ambiente tramite tecnologie “green” in un’ottica di imprenditoria sostenibile e di Marketing Territoriale che valorizza le potenzialità di richiamo dell’area.

[divider] [/divider]

2010 – COI Consorzio Ottico Italiano Gruppo GreenVision Centri Ottici Selezionati

Il Premio Tagliacarne 2010 alle Imprese viene assegnato al Consorzio Ottico Italiano Gruppo GreenVision Centri Ottici Selezionati per l’eccellenza nelle politiche di Marketing distributivo che, con la valorizzazione della territorialità, ha consentito agli Associati il continuo miglioramento dell’ascolto e del servizio alla Clientela fino a raggiungere e consolidare una posizione primaria a livello nazionale nella distribuzione organizzata di prodotti e servizi ottici.

[divider] [/divider]

2010 – Massimo Di Risio

Il Premio Tagliacarne 2010 alla Persona, viene assegnato a Massimo Di Risio, Presidente della DR Motor Company S.p.A., per aver tradotto la propria passione per l’auto in un’impresa del settore automotive fondata su un modello di business innovativo.
Massimo Di Risio ha, infatti, dimostrato con la sua esperienza come sia possibile fare impresa innovando nei processi, nei prodotti, nei mercati ed elaborando un business model originale, capace di rispondere nel modo migliore ai bisogni di una particolare classe di consumatori.

Massimo Di Risio ha reinterpretato il rapporto con i nuovi mercati e con i produttori dei paesi emergenti, diventando attore di una importante produzione nell’area territoriale regionale.

[divider] [/divider]

2007 – Pietro Guindani

Il Premio Tagliacarne 2007 alla Persona, viene assegnato da AISM Associazione Italiana Marketing a Pietro Guindani per aver assunto la centralità del cliente come fattore primario nella ricerca e costruzione del vantaggio competitivo.

Come Amministratore Delegato di Vodafone Italia Pietro Guindani ha indirizzato l’innovazione di marketing e tecnologica alla creazione di valore per il cliente su esigenze espresse e ancora latenti; ha implementato sistemi avanzati di misura della soddisfazione e della fedeltà come strumento di ascolto e di anticipazione delle aspettative e come componente del sistema di motivazione e di coinvolgimento dei dipendenti; ha collocato la responsabilità d’impresa come parte integrante del core business.

[divider] [/divider]

2006 – Camera Nazionale della Moda Italiana – Mario Boselli

Il Premio Tagliacarne alle Istituzioni per il viene assegnato da AISM Associazione Italiana Marketing alla Camera Nazionale della Moda Italiana nelle mani del suo attuale PresidenteMario Boselli per l’eccellenza del ruolo giocato da entrambi nello sviluppo del marketing del Sistema Moda Italiano.

La Camera rappresenta in modo attivo i valori distintivi di circa 200 imprese leader del Sistema; promuove il brand Made in Italy come strategia di differenziazione e di valorizzazione del saper fare Italiano e del patrimonio di stile e cultura di cui la Moda è interprete primario; favorisce l’immagine del prodotto Italiano in tutto il mondo; opera nella formazione e nella affermazione di giovani talenti; promuove il rispetto della persona nell’utilizzo delle risorse umane nel settore.

[divider] [/divider]

2004 – Mario Moretti Polegato

Mario Moretti Polegato ha saputo innovare la calzatura comfort, un prodotto tradizionale tipico del Made in Italy, rispondendo ad un’esigenza presente in tutti i consumatori del mondo – migliorare la respirazione del piede – combinando l’innovazione di prodotto con l’innovazione tecnologica, mutuata da altri settori applicativi: la “membrana” usata nel settore astronautico. In tal modo Mario Moretti Polegato ha superato i limiti del marketing “verticale” ed è diventato un protagonista del marketing “laterale”, che innova i prodotti andando oltre gli schemi e le regole preesistenti.

Mario Moretti Polegato è riuscito peraltro ad imporre a livello internazionale il marchioGeox, la scarpa “che respira”, attraverso l’utilizzo di tutti gli strumenti del marketing “verticale” come la capacità di diventare trend setter, attraverso la segmentazione, il posizionamento, la comunicazione a tutti i target e la progressiva apertura di punti vendita monomarca, accanto alla presenza in una rete estesa di negozi plurimarca.

[divider] [/divider]

2002 – Adriano De Maio

Adriano De Maio è stato tra i fondatori del Programma MIP del Politecnico di Milano, che ha consentito di integrare la formazione tecnico scientifica degli studenti di ingegneria con le discipline di management rispondendo alle esigenze del mercato del lavoro, di maggiori competenze in business administration.
Nuove generazioni di giovani laureati più rispondenti alle esigenze di una società in trasformazione sono così entrati nel mercato innovando fortemente la tradizione delle Facoltà di Ingegneria ed il ruolo dell’Ingegnere nell’Impresa e nella Società.

[divider] [/divider]

2001 – Walter Giorgio Scott

Water Giorgio Scott per aver saputo collegare l’attività accademica di insegnamento e di ricerca innovativa di marketing con le grandi scuole internazionali e con l’attività professionale e di pubblicista a contatto con le grandi aziende industriali, bancarie e finanziarie. Un approccio rigoroso e sistematico alla disciplina coniugato con una ricerca microeconomica vissuta, hanno permesso a Walter G. Scott di restare sempre attento ai nuovi trend e alle nuove potenzialità del marketing, fra cui quelle legale alla ICT e alla rete, mantenendosi ancorato ai fondamentali del pensiero e della pratica.

[divider] [/divider]

2000 – Ernesto Illy Presidente Centromarca

Centromarca, nei molti decenni della sua esistenza ha saputo sensibilizzare alla complessità del Marketing di marca la cultura imprenditoriale italiana, sia attraverso opportune e talora difficili ricerche sul campo, sia attraverso la diffusione dei principi del branding moderno, sia attraverso la difesa dei valori adottati e propugnati delle Imprese di Marca, sia nella loro rappresentanza attiva in molti tra i più importanti e talora cruciali eventi internazionali a favore dell’interscambio commerciale e culturale e dell’immagine stessa della produzione italiana.
Ernesto Illy, che oggi ne è il Presidente, ha costituito un esempio eccellente della possibilità di coniugare le sua alte competenze scientifico-tecnologiche con il loro adattamento alla realizzazione di prodotti e di servizi innovativi, pervenendo alla qualificazione della sua impresa tra le più significative della nuova imprenditoria italiana anche per le sue politiche ed attuazioni di Marketing.

[divider] [/divider]

2000 – Piccolo Teatro di Milano

Piccolo Teatro di Milano ed al suo attuale Direttore Sergio Escobar viene attribuito il Premio Tagliacarne per lo straordinario, intelligente ed efficace rinnovamento delle formule e delle iniziative di comunicazione di un’immagine già di alto prestigio nella storia del Teatro italiano ed europeo.
In particolare, viene così riconosciuto il merito di aver saputo esercitare una necessaria attività di Marketing mantenendo i caratteri di dignità culturale che un’Istituzione come il “Piccolo” pretende, erede com’è di valori che – dovuti in primo luogo alla qualità di uomini come Giorgio Strehler e Paolo Grassi e di tanti prestigiosi Artisti – hanno inciso e intendo incidere ampiamente e profondamente nella vita culturale del nostro Paese e sulla sua immagine nel mondo.

[divider] [/divider]

1999 – Alfredo Loverso

Alfredo Loverso ha rappresentato per decenni, nonostante la sua personalità schiva da protagonismo, il personaggio di riferimento anche attraverso AISM nella fase di incubazione, di accoglimento e infine di irruzione della logica del Marketing nelle Banche italiane, avviando così la pratica operativa del Marketing dei Servizi.
La partecipazione attiva di Alfredo Loverso a numerose compagini del Comitato Direttivo di AISM, l’organizzazione e la tutela dedicata e continua dei Corsi di Marketing per i giovani, che diedero poi origine al Gruppo Universitari, l’assistenza ai giovani stessi fino a trovare per loro appropriate opportunità di “stages” presso Imprese ed Istituzioni, gli meritano questo prestigioso riconoscimento.

[divider] [/divider]

1998 – Giovanna Mazzocchi

Presidente di EDITORIALE DOMUS Giovanna Mazzocchi ha saputo affrontare con la medesima qualità e con flessibile attenzione diversi target della domanda informativa di cui sono testimonianza le riviste leader del Gruppo Domus e Quattroruote e il loro Marketing, proseguendo e implementando così, con intelligenza e innovativa coerenza, le iniziative del padre Gianni Mazzocchi.

[divider] [/divider]

1997 – Giuseppe De Rita

Giuseppe De Rita, anche quale Presidente del CENSIS e del CNEL, ha introdotto nella ricerca Sociale un patrimonio inedito di metodi e concetti interpretativi della Società sapendo persino anticiparne gli orientamenti e lo sviluppo.

[divider] [/divider]

1997 – COSMIT Salone Internazionale del Mobile

Il Salone Internazionale del Mobile COSMIT è stata la prima Istituzione a ricevere il riconoscimento per il ruolo primario assunto nell’affermazione della funzione culturale della produzione, divenendo altresì uno dei principali fattori del Marketing mix dell’imprenditoria dell’arredamento.

[divider] [/divider]

1994 – Sergio Pininfarina

Il design come cultura e come fattore di comunicazione ha visto nel Presidente di PININFARINA S.p.A., Sergio Pininfarina, un campione che ha saputo correlare la qualità delle strategie del Marketing a quelle dell’eccellenza formale e semantica dei prodotti dell’Impresa.

[divider] [/divider]

1993 – Giovanni Maria Rossignolo

Propulsore del Marketing in Italia all’epoca della sua attività presso FIAT, Giovanni Mario Rossignolo svolse anche una lunga attività formativa di Ricerca e di Formazione poi estesa a tutte le strategie di Marketing nelle Aziende da lui guidate.

[divider] [/divider]

1992 – Francesco Ventriglia

Economista, banchiere, Direttore Generale del BANCO DI NAPOLI Francesco Ventriglia, contribuì a sviluppare il settore degli Studi e Ricerche di Economia applicata, costituendo Servizi di tipo avanzato alla Clientela e sviluppando un’attività imprenditoriale orientata al Mercato.

[divider] [/divider]

1991 – Gabriele Calvi

Psicologo e sociologo, il Presidente della Società di Ricerca EURISKO Gabriele Calvi, realizzò importanti progetti sull’età evolutiva, sulla psicologia del lavoro e in generale sui Consumi e sul comportamento sociale e politico, con magistrale perizia e profonda capacità interpretativa.

[divider] [/divider]

1990 – Augusto Morello

Fondatore del Premio Tagliacarne, docente e saggista, Augusto Morello è l’esponente della cultura di Marketing più avanzata che si trasformò da tecnica a vera e propria disciplina collegandosi all’economia, alla sociologia, alla psicologia e all’espressione complessiva del design. Attivissimo Presidente di AISM e successivamente Presidente del Comitato Tecnico Scientifico di AISM, Presidente di ADI, a lui si deve la trasformazione da Associazione di ricerca ad Associazione di uomini di Marketing.

[divider] [/divider]

1989 – Pietro Barilla

La qualità e l’immagine sono gli elementi che hanno portato il Presidente di BARILLA S.p.A. Pietro Barilla, a distinguersi su tutta l’imprenditoria italiana, anche per lo studio sistematico, la costante comunicazione con il Consumatore e la cura sapiente di una specifica cultura d’impresa .

[divider] [/divider]

1988 – Luigi Guatri

Studioso e divulgatore nel nostro Paese della Economia Aziendale, il Magnifico Rettore della Università Luigi Bocconi Luigi Guatri, sistematizzo gli Studi di Marketing in Italia, avviò presso la sua Università la prima specializzazione universitaria in Marketing e rese noti i principi e la filosofia del Marketing non solo ai fini didattici ma anche nella pratica operativa.

[divider] [/divider]

1987 – Pier Paolo Luzzatto Fegiz

Maestro della Ricerca, il Presidente e Consigliere delegato di DOXA PierPaolo Luzzato Fegiz diede voce alla Società attraverso i sondaggi d’opinione, trasferendo le tecniche d’indagine allo studio del Mercato ed alla qualità delle decisioni di Marketing.

[divider] [/divider]

1986 – Felice Gianani

Il contributo dell’Associazione Bancaria Italiana – ABI – nella preziosa figura organizzativa del suo Direttore Generale Felice Gianani, fu di sensibilizzare la dirigenza bancaria ai bisogni della domanda, alla pratica del Marketing e all’avvio del processo di modernizzazione delle Banche.

[divider] [/divider]

1985 – Guido Maria Rey

Presidente dell’ISTAT, Istituto Centrale di Statistica, Guido Maria Rey fu testimonianza del rinnovamento metodologico e dell’amplificazione finalizzata all’importante ruolo dell’Istituto nello sviluppo della Società italiana.